La scena musicale degli anni ’70 é di solito riassunta nella frase “sesso, droga e rock’n’roll”, ma in un panorama varigeato, misto, con nuovi artisti che spuntano da qualsiasi angolo é davvero difficile dare una definizione del momento musicale di questo 2018. Quindi suona molto strano che un giovanissimo della provincia di Milano, possa essere già incoronato a Rockstar.

IMG_3879-1

La storia di Sfera Ebbasta, all’anagrafe Gionata Boschetti, é simile a molti altri suoi colleghi: infanzia in quartieri popolari, pochi soldi, padre scomparso da giovane, lascia la scuola presto e si dedica completamente a “diventare qualcuno”, un mantra decisamente ricorrente nei suoi 3 album usciti finora, l’ultimo dei quali, “Rockstar”, dà anche il nome al tour con cui Sfera é salito sul palco del Fabrique di Milano per 3 date soldout, una delle quali in diretta su RTL.
Il successo di Sfera Ebbasta é evidente, ma possiamo davvero chiamarlo rockstar? Scopriamolo con questa serata di sciroppo e trap allo stato puro.
DISCLAIMER come ogni canzone trap che si rispetti, l’effetto sonoro SKU SKU sarà inserito anche in questa recensione.

IMG_3842-1

Seguo Sfera Ebbasta da un paio di anni, condividiamo la stessa provenienza, anche se io non vado sempre in giro facendo la C con la mano, a simboleggiare Ciny, Cinisello Balsamo, ridente (più o meno) cittadina della provincia nord di Milano. L’hype é alle stelle.
Io e Ele siamo carichissimi visto che il resto della redazione ci snobba perché é musica per 12enni. Non che abbiano torto, essendo io fondamentalmente un 12enne, e infatti 12enni non mancano di certo, ma entrando in venue troviamo un pubblico variegato, l’età media si aggira sui 20-25 anni (menzione speciale per la studentessa universitaria che non avrei mai detto fosse fan del trap king, eppure stava supplicando la guardia di farla salire nell’area VIP). L’atmosfera é calda e sono tutti in trepidazione per l’uscita del loro idolo.

Sul palco si vedono un $ e un € fosforescenti e solo tre elementi : una batteria, una console e una chitarra. E’ proprio un giro di chitarra ad aprire il concerto, un ritornello familiare, ah sì é ‘Tran Tran’ la hit dell’estate 2017, primo singolo che ha anticipato l’album. Sfera esce e la folla esplode.
SKU SKU!

copertina

Lui con cresta rossa, giubbotto rosso e nero, collane d’oro, occhiali da sole e zainetto sembra un ragazzetto che sta andando a fare una gita con l’oratorio e tutti lo seguono. Lo stile e lo swag da trap king ci sono, ma la rockstar deve ancora uscire fuori.
Tutti seguono ‘Tran Tran’ con entusiamo e cantano seguendo i pochi movimenti dell’artista sul palco, un palco davvero povero per una rockstar con 20 collane addosso, ma forse non ne ha bisogno perché il pubblico lo apprezza a prescindere e lo segue in tutte le rime anche nei pezzi successivi ‘Bancomat’, ’20 collane’ e ‘Leggenda’.

IMG_3888-1

La parentesi delle collaborazioni é dedicata al mondo dei motori in cui riprende pezzi come “Scooteroni” di cui a firmato il RMX della canzone di Gué Pequeno e Marrakesch, e poi “Lamborghini” successo dello scorso anno sempre con Gué Pequeno.

Ma é il momento di fare un tuffo nel passato di Sfera. SKU SKU!
Si torna al giorno 0 con ‘XDVR’ e ‘Ciny’ la hit che lo ha lanciato sul panorama nazionale. I fan saltano (non che si siano mai fermati) e lui li ringrazia per esserci da sempre. E’ un tenerone questa Rockstar, ringrazia sempre tutti, i suoi fan, la mamma, lo zio Tommy che gli porta l’asciugamano.

IMG_3860-1

Breve parentesi occupata dal collega e amico Dref Gold, nel privato Gigi. SKUUUUUUUUU!
Il rapper canta due suoi pezzi ma subito la Rockstar rientra con una nuova sgargante giacchetta oro per cantare insieme ‘Sciroppo’ la loro collaborazione contenuta nel disco di Sfera. Ora non mi addentrerò troppo su che cosa si intenda qui come ‘sciroppo’, ma dal ritornello “Sciroppo cade basso come l’MD”, lascio trarre a voi le dovute conclusioni. Una improvvisata versione a cappella di ‘Tesla’ di Capo Plaza che featura entrambi gli artisti e poi Sfera saluta Gigi per tornare a fare il suo.
‘BRNBQ’ é la prossima in scaletta, nonché una delle mie preferite. ‘Bravi Ragazzi Nei Brutti Quartieri’ é uno dei pezzi di Sfera Ebbasta, tratto dal suo secondo album omonimo, in cui il ragazzo tira fuori un passato di droga, illegalità e parla di chi é in fondo buono ma deve confrontarsi con una realtà crudele, a volte troppo. La difficoltà di crescere per la strada é una dimensione molto presente nell’album da cui é tratto il pezzo e ce lo ricorda cantando subito dopo ‘Figli di Papà’ (SKU SKU!) e ‘Notti’ che chiude dicendo “Raga, sono l’esempio vivente che ce la potete fare. Non smettete mai di inseguire i vostri sogni”.
E’ questa la frase che risponde alla nostra domanda. Perché Sfera Ebbasta é una rockstar? Come mai tutti questi ragazzini sono venuti a vederlo?
Ecco qui: Sfera Ebbasta é un sogno. E’ il sogno americano in Italia. Credendo solo in sè stesso ce l’ha fatta e ora si gode le tipe, le visualizzazioni YouTube, i soldi, il fumo e i capi Philipp Plein. Stiamo forse dicendo che i ragazzini di oggi ambiscono solo alla fama e al successo? Beh, questa non é proprio una novità e soprattutto non é di certo colpa di Sfera Ebbasta. Ma questo é una questione troppo pesante per un concerto così divertente. Torniamo sul palco. SKU SKU!

IMG_3881-1

Tutto ad un tratto sembra che la band suoni davvero, anche se Sfera Ebbasta non ha ancora preso in mano mezzo strumento. Molto male per una Rockstar ma non importa. Sfera canta ‘BHMG’, Billion Headz Money Gang, una di quelle cose che dicono questi trapper che io non capisco. Tutti ballano e quindi seguo la folla fino a ‘Uber’, un vero pezzone che parte da quei vecchi palazzi di periferia, ma ora Sfera viaggia “in centro su macchina nera” SKU SKU!

Il rapporto con gli haters, Sfera lo esorcizza in ‘Serpenti a Sonagli’ a cui segue un coro di VAFFANCULO della folla incitati dall’artista. Sembra che tutti cantino Masini ma subito mi rendo conto che, per questioni anagrafiche, più della metà dell’audience non sa neanche chi sia Marco Masini. Il tema é ripreso in ‘XNX’, acronimo per Xanax, e il live procede con ‘Ricchi x Sempre’, il pezzo recita in uno dei ritornelli più belli di Sfera: “E mi é tornato in mente, che non avevamo niente/nelle tasche solamente le mie mani fredde/qualche sogno infranto e le sigarette”. Un altro di quei momenti in cui capisci che forse questa Rockstar qualcosa da dire ce l’ha, ma forse si sta già perdendo nelle luci del successo?
Anche il pezzo successivo ‘Visiera a Becco’ ci ricorda che lui la vita non l’ha avuta facile, tra spacciatori e sbirri che lo rincorrevano. La base c’é, la rockstar é sul palco e mancano solo due pezzi oramai, i più attesi probabilmente.

IMG_3887-1

‘Cupido’ è la dedica di Sfera al genere femminile, non esattamente un inno femminista ma oramai lui é una rockstar, se lo può permettere. SKU SKU!
Sfera esce e rientra per il pezzo finale che dà anche nome all’album, al tour e al suo nuovo personaggio. ‘Rockstar’ é il pezzo meglio riuscito dell’album ma con la sua crew sul palco, luci quasi accese e la folla un po’ distratta dai risultati di Inter – Juve, la performance perde un po’ di spirito, ma Sfera chiude a testa alta, ringrazia i fan e ci tiene a farci sapere che lui ci vuole bene.

IMG_3903-1

Come dicevo, Sfera Ebbasta é una rockstar dal cuore tenero. Una rockstar che non suona la chitarra, un’artista che muove folle e soldi, un fenomeno da tenere d’occhio e che le nuove generazioni ammirano perchè racconta una realtà che tutti vivono senza filtri. Sfera non si é mai fatto problemi a parlare di droghe, non si é mai vergognato dei suoi grandi sogni o di essere cresciuto povero e ora non smette di ricordarci che lui é partito da nulla, che lui é uno di noi e che con la dedizione, il coraggio e la forza delle nostre gambe e dei nostri sogni anche noi potremmo un giorno diventare delle moderne Rockstar.

Reportage: Simone Berardis

FOTO: Eleonora Mugheddu

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...